le pietre dell’orco

Il percorso figurale di Miro Gianola si muove tra i contrari del sentimentale e del desolato, e consiste nel silenzio delle cose di natura in un loro abbandono.

Un tratto di corrente d’acqua, con le pietre immerse o sui margini; il salire scabro della riva, in toni più accesi; una striscia d’orizzonte neutro o colorato dai verdi della boscaglia: questo lo scenario silente.

Talora la pietra solitaria dell’Orco chiese per sé una maggiore evidenza: in bilico, sulla sabbia. In tal senso è pertinente l’ambito di significazione inerente alla desolazione.

aldo moretto

torna alla homepage »

© 2008-2019 Miro Gianola • Web Design Mariano Tomatis